Fisioterapia

Rieducazione segmentaria semplice

Il terapista fa eseguire al paziente un insieme di movimenti finalizzati al recupero funzionale di un distretto anatomico (gamba, braccio, rachide lombare, etc…) la cui funzionalità è momentaneamente modificata a causa di: evento patologico, evento traumatico, postura, intervento chirurgico, etc

Diatermia da Contatto (T.E.CA.R.)

Con l’acronimo TECAR si intende Trasferimento Energetico CApacitivo Resistivo e consiste in un macchinario che agisce in radiofrequenza. Viene utilizzato per trattare: dolori articolari e muscolari, infiammazioni, traumi di qualsiasi origine, contusioni e contratture

Onde d'Urto

Le onde d’urto radiali sono onde ad alta energia acustica.
Un corpo d’acciaio contenuto all’interno di un particolare manipolo viene lanciato mediante aria compressa contro un trasduttore metallico. Tale collisione genera l’onda d’urto che viene trasmessa attraverso la superficie della cute e diffusa radialmente nel corpo, il quale risponde con un aumento dell’attività metabolica intorno all’area di dolore, stimolando ed accelerando il processo di guarigione.
Grazie alla funzione antidolorifica e antinfiammatoria, vengono utilizzate nei trattamenti ortopedici quali tendinopatie, calcificazioni, pseudo artrosi e simili.

Rieducazione al Passo

Insieme di esercizi che il terapista fa eseguire al paziente affinché riprenda una funzionalità dell’arto inferiore il più vicino possibile alla normalità

Laserterapia YAG

Il “LASER YAG” è un macchinario laser di ultima generazione. Viene utilizzato per il trattamento di: dolori articolari e muscolari, contratture, infiammazioni e biostimolazioni

Rieducazione ai Passaggi Posturali

Si insegna un insieme di movimenti mirati a facilitare i vari spostamenti in autonomia, laddove possibile (passaggio dal letto alla carrozzina, da letto a stazione eretta, da stazione eretta a sedia, etc….)

Trattamento dei Trigger Point

I trigger point miofasciali sono dei punti iperirritabili presenti in una bandelletta muscolare contratta, nella quale sono presenti dei noduli palpabili. È una delle forme di stati contratturali che è possibile trovare in un tessuto muscolare.

Laserterapia a diodi

Il macchinario emette un laser il cui mezzo attivo è un mix di materiali semiconduttori. Viene utilizzato come antinfiammatorio, antalgico, biostimolante e decontratturante

Massoterapia

È un massaggio terapeutico dei muscoli e dei tessuti connettivali che si pratica con le mani.

Si utilizza principalmente quando si ha dolore muscolare, in caso di contratture muscolari, o di contratture e/o indurimenti tendinei.

Ultrasuonoterapia

Il macchinario emette vibrazioni acustiche (ultrasuoni) con frequenze sopra il limite di quelle udibili.

Abbiamo due modalità di applicazione:

  • Ultrasuonoterapia a contatto: l’operatore utilizza un manipolo che si mette a contatto con la cute del paziente facendo un massaggio, con l’ausilio di un gel conduttore
  • Ultrasuonoterapia a bagno: l’operatore mette il manipolo all’interno di una bacinella di acqua e in contemporanea viene immerso anche il distretto da trattare (utilizzato principalmente per piedi, mani, caviglie, etc…)

Viene utilizzato come antinfiammatorio, antalgico, biostimolante e decontratturante

Riabilitazione Pavimento Pelvico

Sono esercizi mirati a prevenire e/o recuperare determinati disturbi dei muscoli, fasce e legamenti che si intrecciano e chiudono verso il bacino, mantenendo gli organi pelvici (vescica, uretere, utero, vagina, e retto) nella posizione corretta, restituendo il loro normale funzionamento e mantenimento della continenza di urinaria e fecale.

Non ha effetti collaterali, è indolore, non prevede l’assunzione di farmaci, è ripetibile nel tempo ed è personalizzata.

È importante evidenziare che il trattamento riabilitativo è un valido supporto nel trattamento di:

  • Incontinenza urinaria
  • Sessualità dolorosa
  • Post-parto
  • Menopausa
  • Prolasso vescicale, uterino, rettale

Metodo McKenzie

Questo metodo è utilizzato per il trattamento dei dolori del collo e della schiena provocati da cause di tipo meccanico. Si basa sul mantenimento di posture corrette e sull’esecuzione di alcuni esercizi specifici mirati a migliorare la struttura ed il funzionamento dei tessuti molli, danneggiati da atteggiamenti innaturali, e a riprendere e mantenere una posizione corretta

Esercizi Posturali e Propriocettivi

Con Posturali si intende un insieme di esercizi mirati a rieducare il corpo ad eseguire movimenti in maniera corretta e ad assumere le giuste posture nella quotidianità.

Con Propriocettivi si intende un insieme di esercizi mirati a migliorare la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e lo stato di contrazione dei propri muscoli anche senza il supporto della vista.

Elettroterapia Antalgica - TENS

TENS è l’acronimo di TransCutaneous Electrical Nerve Stimulation (ovvero stimolazione elettrica nervosa transcutanea) consiste nell’applicazione di lievi impulsi elettrici (attraverso degli elettrodi applicati sulla cute e collegati al macchinario) che attivano le fibre nervose e riducono la percezione del dolore. Utilizzata soprattutto per controllare condizioni dolorose acute o croniche.

Elettroterapia Antalgica - Diadinamica

Il macchinario emette correnti unidirezionali a bassa frequenza attraverso l’applicazione di due elettrodi inseriti in apposite spugne che vengono bagnate e posizionate sulla cute del paziente, così da stimolare le fibre muscolari striate, se innervate. Utilizzata soprattutto per controllare condizioni dolorose acute o croniche.

Ionoforesi

È una tecnica elettroterapica con la quale un farmaco viene somministrato attraverso la cute grazie all’impulso fornito da una corrente continua. Gli elettrodi inseriti in apposite spugne bagnate vengono posizionati a contatto con la cute della parte da trattare. I due elettrodi costituiscono uno il polo positivo e l’altro il polo negativo, il farmaco da somministrare viene posto quindi sull’elettrodo con la polarità corrispondente. Utilizzata soprattutto per controllare condizioni dolorose acute o croniche.

Elettrostimolazione

Si effettua con l’utilizzo di un apposito apparecchio denominato elettrostimolatore. Si applicano degli elettrodi sulla cute della zona del corpo da trattare essi generano un campo elettrico in grado di raggiungere le placche motrici e, dunque, di stimolare la contrazione del muscolo. Si utilizza per migliorare il tono e il trofismo muscolare sia in seguito ad un trauma che ha costretto il paziente ad un’immobilizzazione ad esempio di un arto, sia per velocizzare la ripresa nella fase post-acuta. Si utilizza poi per sollecitare un muscolo denervato per evitarne la degenerazione.

Applicazione Kinesiotaping

Il KINESIOTAPING è coadiuvante della terapia. È un cerotto (generalmente colorato) che viene applicato sulla cute dei pazienti per modificare o indurre alcuni segnali verso il cervello del paziente. Viene utilizzato in casi come distorsioni, traumi, lussazioni cercando di dare, non solo una stabilizzazione a quell’articolazione che ha subito un trauma, ma anche per mantenere nel corso dei giorni quelle manovre che il terapista effettuava durante la sessione di fisioterapia. Può essere utilizzato anche come coadiuvante nel drenaggio di un edema.

Infrarossi

Consiste in una lampada a filamento di carbone o tungsteno che emana raggi a bassa frequenza e capaci di emettere calore. Questa azione termica ha effetto sedativo e rilassante, infatti viene utilizzata per preparare il paziente al massaggio o alla kinesiterapia.

Magnetoterapia

Si crea un campo magnetico, con l’ausilio di due magneti collegati all’apposito macchinario, a cui si espone la zona del corpo da trattare. Solitamente utilizzata nei seguenti casi: fratture ossee, osteoporosidolori articolaridolori muscolari, artrosi, artrite reumatoide, lesioni della cartilagine articolare e fibromialgia.

Cupping (Coppettazione)

È una tecnica di origine orientale e si pratica utilizzando un apposito strumento, costituito da coppette, con il quale si crea un effetto di risucchio che agisce sui tendini e le fibre muscolari, apportando un afflusso di sangue a livello muscolare dando così una sensazione di sollievo e di rilassamento, inoltre è in grado di dare sollievo in caso di dolore. È utilizzato anche nel trattamento di esiti cicatriziali.

Linfodrenaggio

Il linfodrenaggio è una tecnica di massaggio che si applica per drenare la linfa presente nel circolo linfatico dell’organismo. Si esegue manualmente o con l’utilizzo del macchinario.

Rinforzo Muscolare

Si intende un insieme di esercizi finalizzati all’incremento delle prestazioni di forza in generale, ai fini di ristabilire un recupero funzionale dell’articolazione interessata.