Fisioestetica

La fisioestetica è una branca della fisioterapia che, attraverso l’utilizzo delle stesse apparecchiature elettromedicali impiegate nella fisioterapia riabilitativa, ha l’obiettivo di trattare le patologie alla base degli inestetismi cutanei e di proporre trattamenti in grado di migliorare il funzionamento biologico del corpo.
Il fisioterapista individua trattamenti specifici e personalizzati e, attraverso l’utilizzo di tecniche non invasive, interviene su patologie che rientrano a tutti gli effetti nella medicina estetica e nella fisioterapia quali ritenzione di liquidi, “gambe pesanti”, adiposità localizzate (cellulite), patologie del sistema linfatico, rilassamento cutaneo del viso e del corpo.

In Fisioestetica i trattamenti più frequenti sono studiati, infatti, per finalità snellenti, anticellulite, rassodanti, tonificanti, anti-aging e drenanti.

Nel nostro centro la Fisioetetica è praticata con l’utilizzo di macchinari elettromedicali di ultima generazione quali:

Onde d'urto

Inizialmente usate per combattere i calcoli nelle vie urinarie e in ambito ortopedico e fisioterapico (trattamento di dolori e lesioni muscolari, tendinee, articolari e ossee) le onde d’urto sono state in seguito impiegate con successo per ridurre l’adiposità localizzate e la cellulite e per il ringiovanimento cutaneo.

Si tratta, nello specifico, di onde acustiche che trasportano un quantum di energia in un lasso di tempo infinitesimale sulla zona trattata, favorendo processi rigenerativi che agiscono sull’attività metabolica cellulare.

L’azione interviene non solo su accumuli adiposi e pelle a buccia d’arancia ma restituisce tonicità ed elasticità cutanea, attenuando notevolmente le rughe e riducendo smagliature e cicatrici.

Gli adipociti ritrovano la loro dimensione fisiologica, determinando una perdita di cm nelle zone trattate.

Risultati e controindicazioni: le onde d’urto sono un trattamento indolore, non invasivo.

In alcuni casi possono provocare la comparsa di un lieve rossore o ematoma nella zona trattata, destinato a scomparire in breve tempo.

Non possono essere trattate, con le onde d’urto, aree particolarmente sensibili e delicate come il midollo spinale ed encefalico e non sono utilizzabili in presenza di patologie tumorali e tromboflebiti.

Sono sconsigliate in soggetti con disturbi della coagulazione, con polineuropatie o tenosinoviti infettive.

Per apprezzare a pieno i risultati delle onde d’urto sono necessarie dalle 6 alle 10 sedute per zona da trattare, con cadenza di 1 o 2 volte alla settimana.

I miglioramenti sono visibili già delle prime sedute ma il risultato finale è apprezzabile 15/20gg dopo la fine del trattamento.

La durata della seduta varia in base alle zone da trattare: ampiezza, condizioni dell’adiposità e cellulite.

Radiofrequenza

La radiofrequenza è una tecnica non invasiva che sfrutta l’effetto generato da appositi apparecchi medicali, per determinare un rimodellamento dei tessuti, con un’azione particolarmente efficace nel contrastare il rilassamento cutaneo sia del viso, sia del corpo.

 Viene eseguita attraverso un particolare manipolo a emissione bipolare e una crema conduttrice, arricchita a seconda delle necessità e delle zone da trattare, di principi attivi che grazie all’azione del macchinario penetrano in profondità potenziando le loro proprietà riparatrici dei tessuti

Nel trattamento del corpo, mediante il riscaldamento profondo e controllato degli strati sottocutanei si ottiene un rafforzamento vascolare. Ciò determina una migliore circolazione sanguigna e linfatica, favorendo la tonicità dei tessuti e il riassorbimento dei liquidi (ritenzione idrica), un miglioramento evidente già dalle prime sedute della qualità della pelle, rendendola liscia e compatta.

Nel trattamento del viso, la radiofrequenza viso è detta anche “lifting senza bisturi”, in quanto in grado di riorganizzare le fibre di collagene ed elastina, responsabili della tonicità della nostra pelle.

Sulle cicatrici, la radiofrequenza va ad agire sul tessuto fibroso della cicatrice migliorandone l’elasticità, il colore e andando contemporaneamente a ridurne il volume e la ruvidezza, rendendola più omogenea al tessuto cutaneo che la circonda. I risultati di un ciclo da 6 sedute sono visibili e duraturi nel tempo.

Risultati e controindicazioni

Se eseguita correttamente, la radiofrequenza porta, difficilmente, alla comparsa di complicazioni.

Si tratta, infatti, di una metodica non invasiva, indolore, che consente una ripresa immediata di tutte le attività e può essere eseguita anche in estate.

Dopo la seduta, può manifestarsi un arrossamento delle aree trattate che, tuttavia, tende a scomparire nel giro di qualche ora dal termine del trattamento.

Più di rado, invece, si può andare incontro ad un lieve gonfiore e/o ad alterata sensibilità delle zone trattate, ma anche in questo caso si tratta di effetti temporanei che tendono a svanire in breve tempo.

Per ottenere risultati apprezzabili e duraturi è necessario sottoporsi a più sedute (da 4 a 10), stabilite con la consulenza del terapista.

I primi risultati sono visibili solo dopo 10-15 giorni; mentre il risultato finale è apprezzabile solo al termine del ciclo completo di sedute.

La radiofrequenza in medicina estetica presenta alcune controindicazioni.

Il ricorso a questo trattamento non dovrebbe essere effettuato:

  • Su pelle lesa o su ferite non completamente rimarginate o in presenza di processi infiammatori e/o infezioni in atto o, ancora, su pazienti con pelle estremamente sensibile.
  • In pazienti affetti da patologie come diabete ed epilessia;
  • In pazienti che soffrono di vene varicose, tromboflebiti, flebiti altre patologie cardiovascolari (come aritmie cardiache ipertensione non adeguatamente controllata);
  • In individui portatori di peacemaker e/o con protesi elettriche o metalliche;
  • In gravidanza

Perché onde d’urto associata a radiofrequenza corpo?

La combinazione dei due macchinari garantisce risultati subito apprezzabili e duraturi nel trattamento della cellulite, del rilassamento cutaneo e dell’adipe localizzata. Il connubio dei due macchinari permette di sfruttare a pieno le caratteristiche di entrambi, in quanto il lavoro svolto dalle onde d’urto (processi rigenerativi, recuperativi, ridimensionamento degli adipociti), viene potenziato dal successivo utilizzo della radiofrequenza che provvede a migliore la circolazione sanguigna e linfatica, favorendo il riassorbimento e l’espulsione dei liquidi in eccesso liberati dalle onde d’urto. Il risultato è una cute liscia, compatta, liberata dai liquidi in eccesso.

Perché onde d’urto associato a massaggio?

Per chi preferisce il massaggio manuale all’utilizzo della radiofrequenza. Per ottenere i migliori risultati dalle onde d’urto ed andare a sollecitare i tessuti trattati in modo da facilitare ed agevolare il ricambio e il rilascio dei liquido messi in circolo dal macchinario.

LE NOSTRE PROPOSTE

gambe – onde d’urto zone critiche + radiofrequenza

gluteo – onde d’urto + radiofrequenza

gambe e gluteo – onde d’urto zone critiche + radiofrequenza

viso – RADIOFREQUENZA + massaggio

Viso trattamento speciale – radiofrequenza + crema antirughe + massaggio

Addome – onde d’urto + massaggio

Schiena e fianchi – ONDE D’URTO + massaggi

Braccia – onde d’urto + massaggio

Braccia speciale – onde d’urto + radiofrequenza